come riscaldare una casa per 10 gg

Spread the love

Supponiamo di volere dimensionare l’impianto solare per riscaldare la casa anche per periodi prolungati dell’inverno.

O di volere sapere con precisione (si fa per dire) quanta legna raccogliere per riscaldare casa nel periodo di vacanze.

Oppure supponiamo di dovere rimanere senza riscaldamento per qualche giorno.

Altre?

In tutti i casi la domanda é: quanto calore devo immagazzinare per garantire di mantenere 20°C in casa per un periodo prolungato di 10giorni, anche senza accendere una fonte di calore istantanea?

E’ semplice sapere quanto la casa disperde calore, se ammettiamo qualche semplificazione di calcolo.

Prima di tutto dobbiamo conoscere quanto calore i locali disperdono nei giorni più rigidi dell’anno.

Se abbiamo pensato ad una follia del genere, significa che la nostra casa disperde calore meno di un termos (altrimenti non avrebbe senso nemmeno parlarne).

In questo caso probabilmente parleremo di valori di carico termico intorno a 10 Watt per metro quadro (10W/mq), invece che dei più comuni 70-150W/mq.

Ecco la nostra casa di 100mq bn isolata.

dispersioni 100mq x 10Wh = 1kWh

Dispersioni in 10gg: 1kWh x24h x10gg = 240kWh

suponiamo ora di volere integrare queste dispersioni con un accumulo di acqua calda a 70°C.

Di quanto dovrà essere grande questo accumulo d’acqua per riscaldare la casa per 10 gg?

Calore specifico acqua:

circa 4186.8 J/kg°C (Joule ogni chilo/litro d’acqua per ogni grado di differenza).

4186,8 J/Kg°C = 0,00116 kWh/Kg°C

Differenza di temperatura acqua-ambiente: 70-20 = 50°C

Quindi il calore disperso 20kWh è compensato dal calore contenuto in un volume d’acqua a 70°C.

240kWh = n litri x 0,00116 x 50°C

n litri= 240/(0,00116×50) = 240/0,58 = 414l

Bastano 414 litri.

A patto di non usarli tutti per fare docce calde!