le finestre in una casa

Di cosa devo tenere conto per valutare l’opportunità di sostituzione delle finestre di casa?
Ci sono due diversi fattori indipendenti tra loro di cui tenere conto per decidere se sostituire o meno gli infissi di casa.
Il primo fattore è il consumo, il secondo è il comfort.

CONSUMI:
se un muro molto ben realizzato può avere una trasmittanza di 0,15 W/mqK (watt per ogni metro quadro per ogni grado di differenza tra interno ed esterno), un serramento varia tra 0,8 e 2 circa.
Un vetrocamera vecchio invece ha trasmittanza 2,7 e nel caso di vetro singolo saliamo a 5,4 ca.
Ci rendiamo immediatamente conto di quanto i valori delle dispersioni di calore possano essere molto superiori a quelle che passano attraverso i muri. (5,4 vs 0,15 = 36 volte tanto!)
Tenete presente che i consumi sono direttamente proporzionali alla trasmittanza degli elementi che compongono l’involucro (e questo indipendentemente che l’edificio sia bene o male isolato).
Quindi se avete infissi vecchi vale in generale la pena di sostituirli o cambiare il vetro.

L’investimento si ripaga?
Dipende che vetri avete e se ci sono incentivi (es. detrazioni 55% o 36%)
Esempio di calcolo del tempo di ritorno dell’investimento di sostituzione finestra di 1mq:
1) Quanta energia consuma una finestra in un anno?
1mq x 5,4W/mqK = 5,4W/K
Gradi giorno nella mia località: ed: 2500GG
2500GG x 24h x 5,4W/K = 324.000Wh/a = 324kWh/a
2) come produco e quindi quanto mi costa quell’energia dispersa che io devo reintegrare?
Supponiamo di scaldare con caldaia e un sistema mediamente efficiente.
Costo di 1mc gas metano 0,7€=10kWh
Efficienza dell’impianto di riscaldamento: 78%
324kWh/a / 0,78 x 0,07€/kWh = 29,08€/a
Consumo annuo a mq di vetro: 29€ circa.

20120104-044955.jpg
COMFORT:
Avete mai provato la sensazione di freddo che si prova sostando davanti ad una vetrata fredda? I vetri per quanto bene facciate sono comunque l’elemento freddo dell’involucro. Ma i vetri sono necessari per fare entrare luce e sole in casa e renderla più accogliente e se la vetrata è buona, potete anche piazzarle davanti il tavolo da pranzo senza procurare una congestione agli ospiti.
In particolare con vetri altamente performanti si riesce a contenere sopra i 17ºC la Temperatura superficiale del vetro e mantenendo entro 3ºC
la differenza di temperatura tra vetro e aria interna non si ingenerano fastidiosi movimenti d’aria che accentuano il malessere e la sensazione di freddo e che devono di solito essere compensati con i classici termosifoni sotto la banchina.
QUINDI: installare vetri performanti (Uw=1,0 Wmq/K) migliora il comfort dei locali e consente un migliore e più libero sfruttamento degli spazi.

PS: e qui aggiungo una provocazione alla faccia di tutti gli amici casaclimofili: al centro e sud Italia di solito non servono tripli vetri sul lato sud, perché a ridotte dispersioni vi si accompagnano anche minori guadagni solari.

Se volete riportare la vostra esperienza o volete un consulto scrivete qui.